RIGOLATO VICINO ALLA CONQUISTA DEL SUO PRIMO TITOLO

                                                            Rigolato ad un passo dal titolo

ECCELLENZA
Ad una giornata dal termine del campionato il Rigolato vincendo largo lo scontro diretto con il Real Tolmezzo e sfruttando il contemporaneo pareggio del Verzegnis con l’Ibligine, si è portato al solitario comando e la conquista di quello che sarebbe il suo primo titolo potrebbe concretizzarsi sabato prossimo, ma prima bisognerà battere il Tillys Pub. Retrocessioni certe per Muec e Spqr. Al comunale di Rigolato il match ha trovato il suo esito in un concitato finale in cui il Rigolato ha messo a segno i decisivi gol, mentre tra Verzegnis ed Ibligine grande equilibrio per tutta la durata della sfida e 1-1 finale firmato da Bordignon e Valent. Punteggio “messicano” a Comeglians dove i sutriesi del Tilly’s Pub sono riusciti a prevalere su un tranquillo (in classifica) Calgaretto, quindi prima vittoria dell’Spqr sul Muec con la determinante doppietta di Massimo Quaglia.

PRIMA CATEGORIA
Con la risicata vittoria sull’orgoglioso Davar, il Paularo resta al solitario comando ma la promozione dovrà giocarsela in quanto rispetto ai suoi avversari ha il peggior punteggio in Coppa Disciplina. Gli Sclapeciocs vincono a tavolino sul Malborghettone (giunto ad Alesso con 5’ di ritardo rispetto al 25’ consentiti dal regolamento) ma perdono in sportività ed amatorialità  e queste due situazioni negative per tutto il movimento hanno indotto il Comitato organizzatore a dirottare il triangolare finale di sabato 30 settembre al “T. Goi” di Gemona grazie alla disponibilità dimostrata degli amatori Dognese. Resta in piena corsa promozione il Betania che potrebbe essere favorito dalla sfida incrociata di sabato prossimo tra Paularo e Sclapeciocs. Retrocessioni certe per Ampezzo e Davar.

SECONDA CATEGORIA
Fermi per il turno di riposo il già promosso Becs Preone, Socchieve e Celtic Scluse si giocano il secondo posto che varrà il salto di categoria vincendo i rispettivi appuntamenti con Atletico Bancone (13 le reti incassate dai tarvisiani) e Nolas e Lops, mentre la Tercal ha potuto festeggiare la sua prima vittoria battendo i Crots con l’accoppiata-gol Dzananovic-Matiz.

       RISULTATI E MARCATORI DELLA TREDICESIMA GIORNATA

Ecc.

09.09.’17 SPQR MUEC

2-1

Massimo Quaglia (2) Simone Romanin

 

Ecc.

09.09.’17 CALGARETTO TILLY’S PUB

3-4

Dalla Mora, Sticotti, Di Piazza Di Giusto, Intillia, Giacomo Straulino, Dell’Oste

 

Ecc.

09.09.’17 RIGOLATO REAL TOLMEZZO

4-1

Buzzo, Fanti, Piccfo (2) Petterin

 

Ecc.

09.09.’17 VERZEGNIS

IBLIGINE

1-1

Bordignon Valent

 

1^ CAT.

1^ Ca.

08.09.’17 DOGNESE BETANIA

1-2

Petruzzi Gabriele Scarsini, Vidoni

 

1^ Ca.

09.09.’17 ARTA TERME AMPEZZO

2-2

Pillinini, Rupil Bassanello, Frassinelli

 

1^ Ca.

09.09.’17 SCALEPCIOCS MALBORGHETTONE

3-0

AT

 

1^ Ca.

09.09.’17 PAULARO DAVAR

2-1

Daniele Di Gleria, Galante Da Pozzo

 

2^ CAT.

2^ Ca.

08.09.’17 NOLAS E LOPS CELTIC SCLUSE

0-3

Amadio, Miotti, Scaiola

 

2^ Ca.

09.09.’17 TERCAL CROTS

2-0

Dzananovic, Matiz

 

Rigolato ad un passo dal titolo
Mlnar Polonia (3), Verona (6), Zigotti

11 thoughts to “RIGOLATO VICINO ALLA CONQUISTA DEL SUO PRIMO TITOLO”

  1. E’ possibile avere delle notizie puntuali in merito a quanto successo in Sclapeciocs-Malborghettone e alle relative sanzioni?
    Vi ringrazio anticipatamente!

  2. Facciam un po’ di chiarezza, perché passare da antisportivi non ci va proprio giù.
    Partiam dal presupposto che Damiani ha comunicato, tramite messaggio a tutte le società, il cambio di orario nei campi privi di illuminazione, per cui tutti erano stati avvertiti. Tale cambio si è reso necessario per far in modo che le partite si svolgessero regolarmente.
    All orario di inizio partita dei calciatori del Malborghettone non era presente alcuno, han cominciato ad arrivare alla spicciolata alle 16.20. Al momento della scadenza del tempo di attesa eran pronti in 4, per cui non era possibile cominciare la partita. A quel punto si poteva decidere se accordarsi o meno per cominciare la partita più tardi e noi abbiam scelto di non farlo.
    Innanzitutto, la partita nn sarebbe cominciata 5 min dopo, come scritto da Damiani, ma sicuramente non prima dell 5 meno un quarto o meno 10 rischiando così di arrivare a metà partita e doverla sospendere per il buio.
    Secondariamente non abbiam accettato per rispetto di chi, rinunciando ai propri impegni o posticipandoli, si è presentato alle 3 al campo per svolgere la partita ed avrebbe dovuto giocare un ora dopo per la disattenzione di terze persone.
    Ed infine non abbiam ritenuto di posticipare la gara perché alle 5.30 4 calciatori, tra cui il portiere presente, sarebbero andati via per impegni personali creando in tal modo una situazione a noi assolutamente sfavorevole.
    La nostra scelta di conseguenza era più che giustificata e non è stata fatta sicuramente a cuor leggero xk anche noi avremmo preferito vincere sul campo piuttosto che a tavolino.
    Rimane comunque il fatto, a mio avviso gravissimo, che attenersi alle regole e non sotto stare ai dicktat ed alle pressioni dall alto oltre a non premiare ci fa passare anche per antisportivi.
    Questa è L ennesima dimostrazione che in questa Italietta se fai le cose nel rispetto delle regole sei quello da punire.
    Di sicuro in tutta qst vicenda noi nn abbiam nulla da rimproverarci a differenza di qualcun altro che dispoticamente ed in modo del tutto antidemocratico se ne frega del lavoro di un gruppo che si è impegnato negli ultimi mesi nell organizzazione del evento finale, giustificando una scelta fatta a caldo con teorie prive di fondamento.

  3. So che solleverò polemiche, ma star zitto in questa situazione, in cui gli ” Sclapeciocs” si sentono offesi perchè imputati di rispetto troppo rigido delle regole, dopo aver mosso, contro il sottoscritto, le stesse accuse, dopo una gara diretta, fa quantomeno sorridere, In più e ho fior di testimoni, compreso il gestore, dopo la stessa gara, alcuni di loro, Remigio Angeli in testa, hanno perfino disturbato la mia cena, con ospiti, facendo gli spiritosi fuori luogo, e venendo al mio tavolo, all’ “Osteria Angeli” di Cesclans. Questa è la loro sportività, e non temo, su quest’ultimo fatto, smentite !!!!

  4. Scusi signor Mesaglio era presente alla gara? Con rispetto che ho sempre avuto con tutti e che sempre avrò ma com è possibile che lei commenti qualcosa di cui non ha idea con fatti che non c’entrano nulla… Perché se vogliamo parlare tanto per parlare il bar è il luogo perfetto e credo che lei ne sia un assiduo frequentatore a questo punto… La ringrazio se vorrà rispondere con fatti attuali al contesto.

  5. In merito allo spirito amatoriale vorrei dare il giusto risalto (come ho già fatto sul gruppo whatsapp dei dirigenti) alla sportività e signorilità dimostrata nei nostri confronti dagli AMATORI CALCIO PAULARO.
    Alla nostra richiesta di spostare la gara del 19 agosto – in quanto molti di noi assenti – oltre ad aver acconsentito, ci hanno ospitati nel loro impianto e non ci hanno neppure fatto pagare il campo! Il tutto con una sola telefonata della durata di 30 secondi.
    Da parte del PAULARO, la vittoria facile sul campo contro una squadra ampiamente rimaneggiata, gli obiettivi di classifica ed i regolamenti non hanno minimamente influito nella loro scelta.
    Auguro ai ragazzi di PAULARO di riuscire a raggiungere sul campo (anche se questo potrebbe andare a nostro discapito) la meritata vittoria del campionato.
    Grande Società composta da Grandi Persone!
    Di Bello Giobatta mister Amatori Calcio Betania

  6. Il Campionato è finito, (e quest’anno la cosa non mi dispiace affatto).
    Trovo finalmente tempo, voglia e lucidità per dire la mia su quello che è emerso in queste settimane.
    La nostra squadra è stata infangata con accuse che non commento nemmeno in quanto, come ho già avuto modo di dire privatamente al Responsabile del Campionato, c’è un regolamento che parla chiaro, un arbitro che ha preso una decisione e un “RISPETTO” nei confronti di chi quel regolamento lo ha rispettato. Non torno sull’accaduto, non commento l’atteggiamento della Società Ospitata . Per me è finito tutto con la decisione refertata dal direttore di gara.
    Non accetto quanto emerso successivamente. E non accetto sopratutto che il Signor Mesaglio spari a zero citando eventi dei quali non ricorda nemmeno l’andamento.
    Per sua sfortuna Signor Mesaglio, io sono un malato dei numeri e delle statistiche e ricordo perfettamente a cosa si riferisce :
    16 Luglio 2011 – Illegio di Tolmezzo – Sclapeciocs contro Crots.
    Partita correttissima tra due squadre amiche, in campo nei Crots c’erano 4 ex Sclapeciocs, oltre che un sacco di Amici.
    Al 16′ del secondo tempo ci fu un contatto sospetto nella nostra area di rigore (che nell’articolo post partita io stesso reputai probabilmente da fischiare) da lei giudicato “NULLA”, eravamo sull’1-0 per noi per cui i Crots avrebbero potuto pareggiare e giustamente si sono innervositi. In particolare il mio Amico Rudi Straulino che giocava in porta con i Crots, eccedeva nel protestare, senza però MAI offenderla e lei lo allontanava con il cartellino rosso, nonostante io (che ero Capitano degli Sclapeciocs) le chiesi più volte di ritornare sulla sua decisione, che non era stato offeso e che era una punizione eccessiva per i Crots che erano una squadra super corretta (infatti vinsero la Coppa Disciplina). Lei mi rispose che io dovevo farmi i “cavoli” miei, che non dovevo impicciarmi e che lei “faceva quello che voleva”.
    La partita finì 2-0 con i che Crots in 10 dovettero schierare un portiere tra i pali.
    Ovviamente per tutta questa storia ho anche io un sacco di testimoni almeno 22 + le panchine e le tifoserie.
    Ecco chi sono gli Sclapeciocs – una squadra che chiede al direttore di gara di NON espellere un avversario perchè non ce n’era bisogno.
    E sono contento che lei abbia tirato in ballo questo caso (l’unico che poteva citare dal momento che poi da quella volta l’abbiamo sempre ricusata) perchè almeno mi ha dato la possibilità di citare qualcosa di concreto.
    L’accaduto del ristorante centra poco con lo spirito di amatorialità. Secondo quel ragionamento per essere Amatori bisogna starsi tutti simpatici e darsi sempre ragione anche al di fuori del terreno di gioco? Non sono d’accordo, la vedo più come un tentativo malriuscito di vendetta nei nostri confronti, ma appunto… Malriuscito.
    Non importa : noi andiamo avanti per la nostra convinti di quello che abbiamo fatto.
    Se qualcuno ha storto il naso, lo faccia presente alla prossima riunione, e venga messo per iscritto nel Regolamento che la squadra ha 25′ di tempo per presentarsi ma tuttavia la squadra Ospitante dovrebbe avere il buonsenso di chiedere all’arbitro di giocare lo stesso.

    Per la cronaca, a me del Triangolare finale non interessava poi molto, ma la macchina organizzativa si era messa in moto, la ns Società ha fatto una figura barbina con il Comune di Trasaghis (ringrazio l’assessore Roger per la comprensione) ha rimesso degli anticipi dati ai fornitori e cosa ancor più grave sono stati spostati impegni personali per far in modo che tutti fossero presenti. Questo però per la LCFC è accettabile.

  7. 15 SETTEMBRE 2017: L’AM RIGOLATO FA LA STORIA!

    La squadra di mister Dario Cicutti, e del presidente Paolo Pizzocaro, ha vinto il campionato carnico amatori di Eccellenza della Lega Calcio Friuli Collinare.

    Un collettivo, quello dei rigulâdots, nato alcuni anni fa per la volontà di giocatori del Rigolato, squadra che militava in 1a categoria del Campionato Carnico FIGC.

    Ora la squadra degli amatori riunisce i migliori ex giocatori carnici, e non solo, diventando, negli anni, un polo agonistico attrattivo per tanti calciatori, che prima di appendere la scarpe al chiodo solcano il tappeto erboso del “Franzil” di Rigolato.

    Venendo alla stagione agonistica in corso la squadra rigolatese l’ha condotta senza aver mai dato veramente segni di flessione. Qualche risultato non ottimale c’è stato che non ha inficiato il risultato finale: primi! E su un agguerrito Verzegnis, che ha chiuso, dietro, a un punto.

    Il campionato carnico amatoriale 2017 della LCFC ha offerto genuina competizione, gran spettacolo e reciproco rispetto (il cd. fair play): un sicuro esempio da esportare nei match di altre blasonate competizioni.

    Una peculiarità: i “terzo tempo” hanno, poi, ufficializzato che qui in Carnia, dopo ottanta minuti di sfida, si è sempre amici.

    Il motto che può sintetizzare l’animo dei rigulâdots è “IN CAMPO CON L’AVVERSARIO, MAI CONTRO!” e per il paese di “Rigolato, “il fiore della Carnia”, una gran soddisfazione, arrivata ad opera di questi non più giovani ma arcigni sportivi.

    Si ringrazia di cuore tutti gli avversari.

  8. Signor Di Bello,
    visto che parla di signorilità, perchè non racconta del Dirigente del Betania che a Illegio ha pubblicamente insultato, dalla panchina, una ragazza che stava in tribuna a tifare per la squadra avversaria (guarda caso sempre sclapeciocs) ?

  9. Innanzi tutto mi complimento con il Paularo e gli Sclapeciocs per la meritata promozione in eccellenza. Ringrazio poi tutti gli avversari ed arbitri che ci hanno permesso di trascorrere un’altra piacevole estate facendoci sentire ancora giovani ed in grado di dire la nostra.
    Per l’episodio citato dagli Sclapeciocs (rispondo in maniera generica non essendosi qualificato come Direttivo o con Nome e Cognome) tengo a precisare che il dirigente in questione si chiama Di Bello Giacomo e non ci sono stati assolutamente insulti.
    Al “stai zitto“ della tifosa fuori campo (tra l’altro collega di un mio giocatore), è stato risposto con un uguale “stai zitta” dal dirigente dall’interno del rettangolo di gioco. Le scuse, non per l’offesa in quanto inesistente, ma per essersi rivolto ad uno spettatore sono state immediate da parte di Giacomo. Scuse che poi sono state ribadite dallo stesso Giacomo a fine partita, sia alla tifosa che al suo compagno/fidanzato/marito. Stessa cosa ho fatto io stesso all’interessata a nome della società e le ribadisco ora per iscritto. Se questo non dovesse ancora bastare sono pronto ad assumermi la colpa di un gesto tanto antisportivo, antipatico e poco signorile.
    Vorrei puntualizzare che quanto ho scritto in merito alla sportività e signorilità del Paularo, è solo una ripetizione di quanto avevo già scritto sul gruppo whatsapp dei dirigenti in data 19 agosto, molto tempo dopo dell’episodio con la tifosa degli Sclapeciocs (29 luglio) e molto tempo prima della vicenda Sclapeciocs – Malborghettone di cui non mi interessa minimamente.
    Non mi sono mai permesso di scrivere o citare gli Sclapeciocs (come nessuna altra società salvo il Paularo in positivo) in nessun mio commento. Se quanto ho scritto in merito al comportamento del Paularo nei nostri confronti, è fonte di frustrazione e si è ritenuto offeso o sminuito nei suoi valori, non posso proprio farci nulla.
    Come ultima cosa, prima di scrivere “a caso” sarebbe opportuno conoscere l’effettivo stato dei fatti oltre che buona consuetudine “firmarsi” per esteso. Ovviamente se questo è ritenuto signorile.
    Di Bello Giobatta mister Amatori Calcio Betania

  10. Mi permetto di intromettermi nella diatriba Sclapeciocs-Malborghettone.
    Il referto arbitrale (che è quello che, sino a prova contraria, detta legge) penso parli chiaro: la squadra ospite non si è presentata, ovvero, si è presentata in ritardo, per cui è sta penalizzata applicando giustamente quanto prescritto dal vigente regolamento.
    Le norme, in quanto tali, vanno rispettate da tutti, nessuno escluso; gli “aggiustamenti” sono vecchie, arcaiche concezioni ed abitudini che, ormai, nessuno le applica e non le deve applicare, ovvero, chi le applica deve essere conscio delle ripercussioni cui, sistematicamente, va incontro.
    Detto questo mi preoccupa il fatto di come, per ripercussione di aver fatto (giustamente) applicare il regolamento, il sodalizio degli Sclapeciocs sia stato defraudato dall’organizzazione del torneo finale, e ciò, a parere prettamente personale, in applicazione di vecchie, arcaiche concezioni ed abitudini intrinseche nell’essere umano.
    Spero di essere stato abbastanza chiaro.
    Saluti a tutti e grande solidarietà agli Sclapeciocs.

  11. Come sempre dimostra un bel coraggio chi scrive certi commenti utilizzando la forma anonima…complimenti ai leoni da tastiera, evidentemente hanno solo questo modo x sfogarsi…detto questo faccio i complimenti a tutte le squadre del c
    ampionato x il bel torneo giocato e in particolar modo al paularo x essersi dimostrato campione dentro e fuori dal campo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *