ALLUNGO DELLA DOGNESE ED AMPEZZO AL COMANDO IN PRIMA CATEGORIA

                            Gli Sclapeciocs confermano il loro quarto posto grazie al blitz di Ovaro

Sedicesima giornata del Carnico amatori targato Lcfc che consente alla capolista Dognese di allungare sul Paularo costretto al palo dal turno di riposo dopo aver consegnato una pesante quaterna ai tarvisiani dell’Atletico Bancone. Rallenata ancora la propria corsa il Celtic Scluse  a cui il Malborghettone impone un indigesto pareggio e la vetta è ora a cinque punti sopra. Nelle zone pericolose  il Real Tolmezzo mantiene lo “scettro” di fanalino di coda uscendo sconfitto dal Verzegnis che sfrutta al meglio la verve realizzativa del suo doppiettista  Renato Spaccaterra, mentre il Rigolato esce con le ossa rotte dalla trasferta di Illegio in casa del Betania a cui i due punti conquistati servono ad agguantare a quota 13 il Malborghettone. Colpaccio esterno dell’Arta Terme in casa dei Crots con assoluto protagonista Vincenzo Radina la cui tripletta lo porta  a quota 22 e sempre più capocannoniere del campionato. In prima categoria l’Ampezzo vince l’anticipato derby con il Calgaretto (dopo giorni di polemiche e prese di posizioni sulla data della partita) e si porta al solitario comando stante il turno di riposo dell’Ibligine. Gli Sclapeciocs si confermano in zona promozione andando a conquistare bottino pieno nella serata di Ovaro, quindi il Socchieve passa di misura a Terzo di Tolmezzo con match-winner Stipo Vuk. Blitz esterno anche per il Muec a Cercivento con i Nolas e  Lops ed ancora fuori casa la quarta vittoria del Tilly’s Pub a spese dei Becs Preone.

RISULTATI E MARCATORI DELLA SEDICESIMA GIORNTA
GIRONE DI ECCELLENZA
CROTS – ARTA TERME  2-4
Filippo Picco, Sabattini  (C)
Lirussi, Vincenzo Radina  3  (AT)
MALBORGHETTONE – CELTIC SCLUSE  1-1
Limongi  (M)
Pidutti  (SC)
ATLETICO BANCONE – DOGNESE  1-4
Cristiano Puntel  (AB)
Andrea Picco 2, Benedetti, Clapiz  (D)
BETANIA – RIGOLATO  3-1
Dzaferovic, Muser, Stefano Vidoni  (B)
VERZEGNIS – REAL TOLMEZZO  2-1
Renato Spaccaterra  2  (V)
Petterin  (RT)

CLASSIFICA
DOGNESE  21 punti; PAULARO  18; CELTIC SCLUSE 16; ARTA TERME 15; CROTS, VERZEGNIS  14; MALBORGHETTONE, BETANIA  13; RIGOLATO  12; ATLETICO BANCONE 11; REAL TOLMEZZO  10.

GIRONE DI PRIMA CATEGORIA
DAVAR – SCLAPECIOCS  1-3
Pucher  (D)
Leschiutta  2, Visintin  (S)
NOLAS E LOPS – MUEC  0-3
Roberto Linossi  2, Giorgio Moro  (M)
TERCAL – SOCCHIEVE  0-1
Stipo Vuk  (S)
BESC PREONE -. TILLY’S PUB  0-3

De Luisa, Dell’Oste, Mirko Nodale  (TP)
AMPEZZO – CALGARETTO  3-1
Claudio Coradazzi  2, Federico Nassivera  (A)
Soravito  (C)

CLASSIFICA
AMPEZZO  23 punti; CALGARETTO, IBLIGINE 21; SCLAPECIOCS  20; SOCCHIEVE  17; MUEC, DAVAR  13; TILLY’S PUB  11; NOLAS E LOPS  10; TERCAL  8; BECS PREONE  3.

BOMBER

   Stefano Vidoni (Betania)

19  RETI  Vincenzo Radina (Arta Terme)
15  RETI  Eugenio Valent (Ibligine)
14  RETI  Manuel Spangaro (Ibligine)
13  RETI  Marco Gentile (Socchieve), Vito De Luca (Celtic Scluse)
12  RETI  Philo Rodrigues (Verzegnis)
10 RETI  MarcoFachin(Ampezzo), Stefano Vidoni (Betania)
8  RETI  Giovanni Antonipieri (Calgaretto)
7    RETI  Daniele Di Gleria (Paularo), Claudio Coradazzi (Ampezzo)
6  RETI   Simone Ballarini (Dognese), Joe Zamarian (Atletico Bancone), Renato Spaccaterra (Verzegnis), Elia Vidoni (Celtic Scluse), Paolo Nieddu (Rigolato), Lino Moro (Crots), Giorgio Moro (Muec)

One thought to “ALLUNGO DELLA DOGNESE ED AMPEZZO AL COMANDO IN PRIMA CATEGORIA”

  1. Buonasera, scrivo a nome dell’ A.C. Calgaretto.
    Nessuna polemica nè presa di posizione riguardo alla data della partita. L’Ampezzo ha semplicemente fatto un uso discutibile dello strumento per la richiesta di variazione. Personalmente, ad una richiesta di spostamento data rispondo quasi sempre picche e forse questa è la molla che ha fatto scattare il caso. Comunque, più in generale ed a scanso di equivoci, sono veramente poche le motivazioni valide per potere avanzare tali richieste; le scuse più gettonate sono la sagra di paese ed il matrimonio di uno dei giocatori o addirittura di un parente del medesimo… per queste cose lo sappiamo benissimo che ci si organizza un anno per l’altro. La verità, quasi sempre, è che non appena ci si trova un po’ a corto di “personale” si prova a cambiare o far cambiare la data della disputa.
    Si va a giocare con quelli che ci sono e se non si arriva a sette è il caso di porsi qualche domanda.
    Mandi Flavio Cescutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *