Nona giornata: i tabellini

Risultati e marcatori dell’ultima giornata del girone di andata.

Eccellenza
Incontro Risultato
Tilly`s Pub Amatori Sutrio Amatori calcio Al Quadrifoglio
Fior
0 – 1
A.C. Preone Becs A.S.D. AMIIS 0 – 0
Amatori Cedarchis
Forgiarini
Ama-Ca
Fabio Squecco
Stefano Forgiarini
1 – 2
Amatori Malborghettone
Michele Gregorutti (3)
Anzilutti
A. P. Ibligine
Vidotti
Valent
4 – 2
Amatori Calcio Arta Terme
Peresson
Davar
Plazzotta
1 – 1
Prima Categoria
Incontro Risultato
Sclapeciocs F.C.
Scarsini
Collavini
Bergagnini
A. S. D. TER.CA.L.
Grassi
3 – 1
Amatori Calcio Paluzza
Morocutti
F.C. Atletico Bancone
Puntel
Puntoriero
1 – 2
A.S.D. A.C. Ampezzo A.S. Dilettantistica Celtic Sclûse
Hisum
0 – 1
Amatori Calcio SilTeo
Gaspari
Real Tolmezzo
Fabio Nait
1 – 1
A.S.D. Socchieve
Polonia (2)
Alessio restifo (3)
Amators Glemone
Damiani Tuti
Franco Tuti
5 – 2
Seconda Categoria
Incontro Risultato
A.R. Magic Team Cesclans
Orlando (2)
Zanini (2)
Tarelli
De Cecco (2)
A.d.M. Calcio
Cortolezzis
Pascuttini
7 – 2
A.C. Paularo
Matiz
Nolas e Lops
Mentil (2)
Piacquadio
1 – 3
Pizzeria da Otello Betania
Duratti
A.C. Calgaretto
Capra
Tacus
1 – 2
HOTEL RAIBL
Mlakar
A.S.D. S.P.Q.R. Zuglio 3 – 0
A. S. D. Dognese Amatori calcio Venzone
Visentin
0 – 1

17 thoughts to “Nona giornata: i tabellini”

  1. Per cronaca, il gol della terca è ad opera dell’ eterno Grassi e non di Candido.

  2. Se non ricordo male, gli altri due gol dell’Hotel Raibl sono opera di Vesnaver. Però ora ho un vuoto di memoria… corretto assegnare una rete a Mlakar.
    Shalve

  3. Posso scrivere un commento sull’arbitro di Becs-Amici??!!
    Anzi lo scrivo lo stesso.
    Quando se n’è andato, sollevato dalla palese fatica provata durante la gara, dalla doccia calda, nei pressi del chiosco presso il quale mi stavo dissetando ungendo la mia ugola prosciugata a seguito delle direttive indirizzate durante il corso della gara ai miei giocatori, mi guarda gibboso sotto il carico di due borsoni (che nessuno ha capito cosa contenessero) e mi chiede: “Lo sa perchè non l’ho espulso?” “No, arbitro, me lo dica Lei” esplico in maniera curiosa. “Perchè è in quelle condizioni.” mi risponde con un filo di voce l’esausto interlocutore dirigendosi verso l’ingresso del campo. “La ringrazio vivamente!” rispondo in maniera divertita e disgustata.
    Per chi non ne fosse al corrente il sottoscritto ha subito, il primo di giugno, un grave infortunio in allenamento con la frattura del perone e la rottura di due legamenti alla caviglia, con conseguente intervento chirurgico. Dopo aver dovuto portare per cinque settimane un bendaggio rigido ora devo deambulare con una tutore alla caviglia. Lo stesso che sabato avevo al piede quando il direttore di gara di ha dato del disabile…Ma non per questo ho abbandonato il mio posto a sostenere e consigliare la mia squadra
    Commentate voi che leggete…

  4. Grazie della dritta Loris! Da qui in avanti tutti i misters con gessi, tutori e bendaggi vari per poter insultare tutti senza pagar dazio… Sempre sperando che tu o l’arbitro in questione non siate sponsorizzati da un’ortopedica o da una farmacia…:)

  5. Ho letto con sorpresa e sincero dispiacere il racconto di quanto accaduto al mister dei Becs.In quasi vent’anni di appartenenza al Settore Arbitrale della LCFC non mi ero mai imbattuto in una situazione del genere che lascia, pur nel doveroso equilibrio dell’obiettività, rammarico ed un pizzico di vergogna. Credo che, al di la delle comprensibili discussioni sulla gara, le situazioni personali vadano rispettate senza esitazioni e senza essere usate per giustificare il proprio buonismo che, comunque, è sempre sbagliato perchè leggere una situazione, gestendola con buon senso, è cosa totalmente diversa.
    Proprio per la mia lunga appartenenza al Settore e per quel pizzico di vergogna, sento il dovere di porgere le mie scuse a Loris, anche se non sono io l’arbitro dell’incontro, complimentandomi per l’ironia garbata con cui ha raccontato, senza polemica, i fatti. Spero che il designatore mi faccia incrociare la vostra squadra, per poterti anche, se mi permetti il “tu” salutare offrendoti una birra…ovviamente post partita.

    Maurizio Mesaglio
    Arbitro L.C.F.C.

  6. Ribadisco il più sincero apprezzamento per gli arbitri che mettono la faccia e vengono qui a discutere delle loro prestazioni. Ce ne fossero (anche nelle categorie superiori, a cominciare dal Carnico FIGC).

    Quanto raccontato da Loris francamente mi lascia basito… è inconcepibile che una persona a caldo, durante la partita, sia mossa da un sentimento di pietà (chissà quanto vera) e poi a freddo, nel dopo partita, quando dovrebbe bersi una birra, rinfacci la pietà (a questo punto chiaramente finta) espressa durante la partita.

    Alla luce di quanto commentato anche dal sig. Mesaglio, suggerirei a Loris di far presente l’accaduto alla Lcfc, perché credo che questa situazione – più di qualunque errore tecnico – sia motivo di provvedimenti DISCIPLINARI nei confronti di chi se ne è macchiato.

  7. Caro Gianluca, permettimi di rivolgermi così anche se non ci conosciamo, il tuo invito è prezioso perchè tutti abbiamo interesse a migliorare i comportamenti prima che le prestazioni. Purtroppo, per quanto a mia conoscenza, su queste cose, e faccio garbata provocazione alle Associazioni, a volte si sorvola per parlare del rigore….Ma credo sia meglio chiudere qui… se non altro per il moto, ribadisco, garabato, con cui lo stesso interessato ha ironizzato sul fatto, dando, certamente, una sua valutazione su tutto il fatto….
    Mandi.

  8. Eh, provvedimenti disciplinari… magari! Così forse, anche il “signore” che ci ha diretti ad Ampezzo eviterebbe in futuro di apostrofare i giocatori con espressioni più adatte a un’osteria di quarta categoria, piuttosto che su un campo da calcio. Caro mister Loris, forse servirà a poco ma una salutare lettera alla Lcfc (io l’ho già fatta, non me ne pento e se occorrerà scriverò ogni settimana…) per evidenziare certi comportamenti non ci starebbe male… così, anche per accogliere l’invito fatto dalla stessa Lcfc a scrivere e segnalare alcune cose.
    Saluti a tutti.
    Serse

  9. Ringrazio con affetto tutti coloro che in qualche maniera hanno voluto rivolgermi il loro disappunto per quanto successo, senza “pietà”.
    In modo particolare Maurizio Mesaglio che, da addetto ai lavori, dimostra di essere una persona con validi e solidi principi morali.
    Non intendo inviare nessuno scritto alla L.C.F.C., anche e in considerazione del fatto che non ritengo di dover aprire una disfida a mò di “Davide contro Golia” (non per eventuali ripercussioni personali – della serie chi mi tocca muore – ma nei confronti della squadra che dirigo ed amo).
    Meglio che l’episodio si chiuda qui (se il mio interlocutore di sabato ha letto o leggerà quanto espresso nei miei e nei vostri commenti avrà maniera di vergognarsi oltremodo, mettendosi davvero in dubbio di dover continuare a scendere in campo a “dirigere”…), evidenziando che, comunque, in futuro una offesa del genere non la lascerò andare nel dimenticatoio.
    Ciao e grazie di nuovo a tutti.

  10. Non è questione di “Davide contro Golia”, soltanto di rivendicare certi diritti che abbiamo (pochi), tra i quali quello di esprimersi in maniera libera mediante uno scritto. Le parole e la scrittura sono le cose più belle che ci sia, spesso l’unica arma per dimostrare “di esserci”.
    Detto ciò, caro Loris, non intendo criticarti, perché ognuno (per fortuna)è libero di fare ciò che vuole. Dico questo per evitare sgradevoli equivoci. Io però, come ho fatto presente, scelgo altre strade. E se necessario, continuerò a percorrerle.
    Mandi

  11. Io credo che la Lcfc desideri anche avere un riscontro sulla qualità delle persone a cui si affida. La rete di osservatori penso sia poco nutrita, o almeno così mi pare di aver intuito durante le riunioni. Non abbiamo molti strumenti per segnalare loro chi è bravo o chi no, se non quelle 4 domande in croce (peraltro neanche obbligatorie, mi pare) nell’area di invio risultati.
    Io quest’anno ero tentato di segnalare un arbitraggio sopra le righe (dal punto di vista dell’atteggiamento, non per un episodio), poi ho lasciato perdere perché in effetti abbiamo la sensazione che “non ne valga la pena”. Però, Loris, non voglio insistere, ma vorrei precisare: un conto sono gli errori tecnici (che fanno anche i giocatori, non dimentichiamolo), un conto è l’attaggiamento arbitrale; nel tuo caso però c’è una componente personale nello spiacevole atteggiamento assunto dall’arbitro, quindi, prima di archiviare l’episodio, faresti bene secondo me a pensarci ancora un attimo.

  12. Loris, ho riletto la tua motivazione sulla mancata segnalazione alla nostra Lega. Mi spiace leggere, se ho capito bene, che temi ripercussioni per la squadra…. Ti posso garantire che non è mai stato interesse della Lega agire in questo modo, anche perchè il successo avuto non sarebbe stato così ampio. Tutti noi abbiamo bisogno di queste segnalazioni, per crescere come Lega, come settore e anche…. per migliorare chi dovesse sbagliare…. Mandi

  13. Concordo con Gianluca. Io infatti ho mandato lettera non certo per gli errori tecnici (che ci stanno, eccome), ma sull’atteggiamento in campo. Un fuorigioco può non essere visto, una frase sgradevole, invece, può essere evitata, basterebbe un po’ di buon senso.
    Shalve

  14. Va bene, se è così che deve essere, così sarà.
    Avete ragione: così come ho segnalato l’episodio in maniera fin troppo goliardica, molto più seriamente segnalerò alla Lega quanto successo, in maniera tale che nell’avvenire nessuno si senta, possibilmente, trattato come me stesso.
    Vi ringrazio di nuovo per l’appoggio morale, ma mi sento in obbligo di dire che siete delle…LIME!!! 😉 😀
    Ciao, ragazzacci!!!

  15. Mandi Loris, an tocjia quatri ah? Non abbatterti più di tanto per l’episodio perchè ricordando il finale di una famosa barzelletta su un alterco tra una signora bruttina ed un ubriaco puoi comunque dire: “a mi, timp o tart mi pasa”. Mandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.