Assetto definitivo

Nonostante un colpo di scena che ha costretto il Comitato Organizzatore all’ennesima rivoluzione in corsa, l’edizione 2009 del Carnico Amatori ha ormai assunto la sua conformazione definitiva.

A seguito del ritiro della formazione dell’Afa Avasinis, come detto il Comitato Organizzatore è stato chiamato ad un doppio ripescaggio; una squadra è infatti stata ripescata dalla Prima Categoria all’Eccelenza, per colmare la lacuna lasciata dell’Afa Avasinis. A godere di questo ripescaggio sono stati i Preone Becs, che collezionano così la seconda promozione in due anni.

Con i Preone Becs ripescati in Eccellenza, il Comitato Organizzatore ha quindi dovuto ripescare una squadra in Prima Categoria per colmare il vuoto lasciato dai Becs; ritirati i Fiaschetti Neri, la scelta è caduta prima sugli Sclapeciocs, poi sulla Dognese, e infine, dopo le rinunce delle prime due candidate, al SilTeo, che così completa la lista delle 10 squadre che disputeranno il campionato di Prima Categoria.

Le squadre che prenderanno parte all’edizione 2009 saranno dunque 30, equamente divise fra le tre categorie. Saranno quindi 18 le partite che ciascuna squadrà disputerà; il campionata comincerà sabato 23 maggio e si concluderà sabato 26 settembre.

A breve verranno resi noti i calendari delle tre categorie.

Eccellenza:

  • Al Quadrifoglio
  • A.c. Davar
  • Real Posta
  • Amatori Calcio Paluzza
  • Ibligine
  • Amatori Malborghettone
  • Tilly’s Pub
  • A.s.d.ter.ca.l.
  • Am. Calcio Arta Terme
  • Asd Preone Becs

Prima Categoria:

  • Amatori Cedarchis
  • Ama-ca
  • Nolas E Lops
  • F.c. Atletico Bancone
  • Amiis
  • Ampezzo
  • Cesclans
  • A.c. Calgaretto
  • Ac Socchieve
  • Amatori Calcio SilTeo

Seconda Categoria:

  • Amatori Calcio Venzone
  • Amatori Calcio Tarvisio
  • Glemone
  • Celtic Scluse
  • Sclape Ciocs F.c.
  • Dognese
  • Amatori Calcio Lauco
  • Inter Club Paularo
  • A.D.M.
  • Amatori Calcio Betania

Calendario riunioni

Il campionato è ormai imminente. La seconda categoria sarà infatti in campo sabato 16 maggio, quindi fra poco più di tre settimane.

Le squadre ormai sono definite, anche e soprattutto nelle loro rose. Giovedì 16 aprile, infatti, è scaduto il termine ultimo per la consegna telematica delle liste tesserati. Non sarà possibile integrare tali liste, almeno per quanto riguarda il tesseramento di atleti. Resta invece possibile il reclutamento di soci.

Le liste andranno consegnate al comitato organizzatore giovedì 07 maggio. E’ prevista una riunione anche per giovedì 23 aprile, durante la quale il comitato determinerà alle varie società l’importo complessivo della quota di iscrizione e della quota assicurativa che ciascuna società dovrà corrispondere alla Lcfc per completare la propria iscrizione al campionato.

Ricapitolando, dunque, ecco le date dei prossimi eventi:

  • giovedì 23 aprile ore 21, bar Viola: riunione di programmazione per la determinazione degli importi da versare per completare l’iscrizione
  • giovedì 07 maggio ore 21, bar Viola: consegna liste firmate
  • sabato 16 maggio inizio campionato (girone di seconda categoria)
  • sabato 30 maggio inizio campionato (gironi di eccellenza e di seconda categoria)

Campionato al via

Con la riunione programmatica di giovedì 26 marzo, la stagione 2009 ha preso forma.
31 squadre al via (3 in meno rispetto alla stagione precedente), che verranno divise come di consueto in 3 gironi.
Invariate le formule dell’Eccellenza e della Prima categoria, che rimarranno a 10 squadre, che daranno quindi vita di un campionato di 18 giornate, che comincerà il 30 maggio e si concluderà il 26 settembre.
Cambia invece la Seconda categoria, che ritorna al passato, proponendo al via 11 squadre, che si sfideranno in un girone all’italiana con andata e ritorno, per un campionato di 22 giornate, che, contando 4 giornate in più rispetto all’Eccellenza e alla Prima categoria, comincerà il 16 maggio, per concludersi il 3 ottobre.

Tutti e tre i gironi osserveranno una pausa dal 12 al 20 agosto.

Da notare che l’intero movimento, dopo anni di continua espansione, per la prima volta quest’anno vede al via un numero di squadre inferiore rispetto a quelle che presero parte alla stagione precedente. Un assestamento fisiologico per un campionato che – come detto – anno dopo anno a visto crescere il numero di squadre (e quindi di giocatori).