Il Tilly’s Pub rafforza la leadership

Nel girone di Eccellenza del Carnico amatori, il Tilly’s Pub pur pareggiando tra le pareti amiche con il Malborghettone porta a sei i punti di vantaggio sul Verzegnis sconfitto ed agganciato al secondo posto dai tarvisiani dell’Hotel Rabil Trieste con una quaterna firmata da Predigi, Tezza, Zamarian e Zolic. Impennata d’orgoglio del fanalino Davar ed il Venzone va ko, mentre il Rigolato al fotofinish supera l’Arta Terme con il gol di Lepre Gracco e la doppietta di Timeus. Ha riposato l’Ibligine.

In Prima categoria l’Spqr resta al comando archiviando la sua sesta vittoria con vittima di turno il Celtic Scluse mentre alle sue spalle la Pizzeria da Otello perde il derby con la TerCaL (gol vincente del “vecchietto” Vuerli) così consentendo il sorpasso al Calgaretto in quaterna nella tana della Dognese. Per la terza piazza che varrà lo spareggio resta in corsa l’Ampezzo, nonostante l’indigesto pareggio interno con gli Sclapeciocs.

In Seconda categoria nulla cambia in testa alla classifica per i concomitanti successi di Real Tolmezzo (tutto facile con l’Atletico Bancone), Becs Preone (tre reti al Nolas e Lops con doppietta di Maldera) e Muec (di misura nella tana del Paularo). Socchieve battuto al “Prater” di Cercivento dai Crots che ringraziano l’accoppiata Di Lena-Picco.

4 thoughts to “Il Tilly’s Pub rafforza la leadership”

  1. Grazie al giocatore della Dognese per la sceneggiata costata sei giornate di squalifica ad uno del Calgaretto. Complimenti, a questi livelli innanzitutto la sportività… e complimenti pure all’arbitro che c’é caduto a pié pari

  2. Il mio commento è a titolo personale, Spiace leggere sempre e solo commenti dei giocatori o ex accompagnatori del cagaretto verso la mia Squadra… fortunatamemte io o i miei compagni abbiam ben altro da fare che scrivere frasi ad effetto… ricordate che si gioca a calcio,son cose o episodi che succedono sia da una parte che dall’altra, se voi poi siete esempio di sportività (coloro che scrivono,nn mi riferisco assolutamente alla società) beh, che dire, i miei complimenti!
    Di Bernardo Stefano dirigente A.s.Dognese

  3. Non entro nel merito della questione sollevata da Flavio e da Stefano. Diciamo che la discussione mi ha portato alla mente un episodio di qualche anno fa che vide Flavio protagonista, e mi sembra naturale condividerlo.
    Flavio quel giorno era un mio avversaro. La sua squadra (sempre il mitico Calgaretto) era sotto di due gol; mancavano pochi minuti alla fine della partita, quando un compango di Flavio, dopo essersi liberato del suo marcatore, crossò una palla invitantissima al limite dell’area piccola, dove Flavio aveva rubato il tempo all’avversario che lo marcava, ed era quindi pronto a siglare il più facile dei gol. Nel liberarsi della marcatura, però, il suo compagno aveva pestato un piede al suo avversario diretto, che era quindi caduto, perdendo la possibilità di contrastare l’azione; Flavio però si era accorto del fatto, e quando ricevette il cross, anzichè indirizzarlo verso la porta, lo calcio deliberatamente fuori, a due metri abbondanti dal palo.
    Fortunatamente, nel nostro campionato ci sono molti giocatori sportivi, ma come Flavio ce ne sono pochi!

  4. Grazie Gianluca, troppo buono.
    Per quanto riguarda Stefano e compagni (ma non era a titolo personale?), sono felice che siano così pieni di impegni da non riuscire a trovare il tempo per una risposta un po’ più costruttiva o per fare ammenda sul comportamento sleale di un proprio tesserato. Poi, d’accordo che il tempo è poco ma almeno la perizia di rileggere ciò che si scrive… oppure “cagaretto” è stato appositamente scritto così per suscitare ilarità a buon mercato (mai porre limiti alla finezza)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.