Quasi tutto deciso

Eccellenza. Ad una giornata dal termine del campionato tutto deciso nella massima categoria del Carnico Amatori con l’Ibligine a conquistare il suo quarto scudetto, mentre retrocedono Cesclans, Malborghettone e Davar.
Sfortunata la partecipazione dei nei campioni alle finali nazionali Csen disputatesi in terra di Romagna con l’eliminazione nella semifinali poi nel posticipo ugualmente festeggiano superando nettamente il fanalino Cesclans. In coda la partita salvezza ha trovato ospitalità ad Ovaro dove gli ospiti del Cedarchis hanno fatto loro la disfida con i decisivi gol di Di Gleria e Lirussi; per gli ovaresi l’inutile centro di D’Andrea.
Nelle altre partite in evidenza la larga vittoria del Tilly’s Pub ed i successi al fotofinish di Al Quadrifoglio e Venzone su Sclapeciocs ed Arta Terme.

Prima categoria. Il pareggio a reti inviolate del Celtic Scluse nella tana del Calgaretto, ha consentito all’Hotel Raibl Trieste di portarsi ad un sol punto dalla vetta e nell’ultima giornata ci sarà lo scontro diretto tra le due regine del girone con in palio il primo posto che varrà la partecipazione al triangolare, che andrà in scena sabato 28 a Paularo, con la partecipazione delle tre prime classificate dei rispettivi raggruppamenti.
In coda lotta ancora aperta tra Crots ed Ampezzo per vedere chi tra le due andrà a far compagnia alle già retrocesse Becs Preone e Socchieve, ma agli ampezzani basterà portare a casa un solo punto nel match casalingo con il Calgaretto.

Seconda categoria. Il largo successo a Fusine contro l’Atletico Bancone (che protesta a voce alta per la discutibile direzione arbitrale) consente al Real Tolmezzo di festeggiare la promozione andando a far compagnia al Rigolato da tempo con la testa già in Prima categoria a cui la TerCal (terza candidata al passaggio di categoria) ha imposto la divisione della posta; per la capolista reti di Gabriele Candido e Marcuzzi, per gli ospiti Bortoletto e Vuerli.
Negli altri incontri in evidenza la quaterna dell’Spqr, il successo esterno della Pizzeria da Otello e i dieci gol complessivi di Glemone-Muec.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.